1/7

Il progetto del complesso edilizio che sorge sul sito precedentemente occupato dal fabbricato dell’”ex Mulino Indemini” riprende in larga parte l’articolazione planivolumetrica prevista dal “Piano di recupero” seguendone, di massima, le indicazioni relative alle caratteristiche morfologiche e all’uso dei materiali. Nel complesso si possono individuare due blocchi: uno che riprende in pianta e nei prospetti la morfologia del fabbricato preesistente , l'altro che si sviluppa con una pianta ad L ed è caratterizzato da una complessa articolazione volumetrica per dare le migliori esposizioni alle unità residenziali.

Il fronte sud è caratterizzato da lesene in mattoni a vista, da portici regolari al piano terreno e da logge che, durante la stagione invernale, possono diventare “serre a risparmio energetico”. Balconcini leggeri, in legno e ferro, di ridotta profondità ampliano verso l’esterno le logge al secondo e terzo piano mentre il quarto piano è caratterizzato da una balconata continua di analoga foggia ma leggermente più profonda.

All’interno del complesso, racchiusa dai due fabbricati ad L si forma una piccola corte a pianta quadrangolare irregolare. La piazzetta interna riprende le dimensioni e la configurazione dell'originario cortile coperto del “Mulino” che nel passato costituiva, nel complesso, il nucleo centrale intorno al quale si svolgevano le attività produttive.

2003-2006

 

 

Mondovì

 

 

Ristrutturazione e riconversione dell'ex mulino a complesso residenziale

 

 

 

Committente

Zoppoli & Pulcher Partecipazioni S.p.a.

 

Superficie

4.750 mq

 

 

 

 

 

 

 

Mulino Indemini