1/10

L’edificio dell”Ex Filanda Pellisseri” ad Alba ha avuto utilizzi industriali che risalgono agli inizi del XVIII secolo. Come risulta dalla documentazione storica, il sito ospitava un complesso per la produzione della seta e rappresentava una importante realtà industriale per la città. Nel tempo l’edificio ha subito parecchie modificazioni e le superfetazioni arrivarono ad inglobare quasi completamente il fabbricato settecentesco e saturare quasi interamente l’area del lotto.

Dopo il 1930 - l’edificio fu prima cartiera e poi sede del Consorzio Agrario Provinciale - è iniziato il degrado progressivo dell’area, fino all’acquisto da parte della Società Ferrero S.p.A. che ha trasformato l’edificio nel Centro della Ricerca con un primo lotto di intervento, poi seguito dal recupero completo dell'intera area e dalla costruzione di un altro edificio adibito ad uffici.

La ristrutturazione ha riportato in luce l’originaria struttura a ferro di cavallo del complesso. Un nuovo collegamento vetrato con passerelle sospese unisce i corpi di fabbrica articolati su quote diverse. I prospetti hanno ritrovato le originarie proporzioni con le grandi aperture ad arco e le storiche scansioni delle finestre, mentre nei due angoli sono state realizzate aperture vetrate a tutt’altezza per dare respiro e luminosità per scale e sale riunioni, in zone inizialmente con poca luce . All’interno sono stati realizzati grandi uffici “open space”. La corte centrale del complesso ospita una sala polifunzionale in parte interrata, per convegni e mostre aperte al pubblico.

2003-2006

 

 

Alba (CN)

 

 

Restauro, risanamento conservativo e riconversione funzionale dell'ex Filanda Pellisseri

 

 

Committente

Ferrero S.p.a.

 

Superficie

9.800 mq

 

 

 

Link

Arketipo Magazine

 

Premio PAI 2012

 

Divisare

Centro Ricerche Ferrero