1/9

2005-2009

 

 

 

Torino

 

 

Edificio residenziale

e commerciale

 

 

 

Committente

Z.P. Carlo Alberto S.r.l.

 

Superficie

3.200 mq

 

 

 

 

 

 

 

L’edificio, vincolato ai sensi del D. Lgs. n.42/2004 (ex Legge 1089/39) e risalente all’ultimo quarto del XVII secolo, era stato edificato dal Conte Garagno di Roccabigliera nell’ambito del 2° ampliamento della città verso il Po. Il palazzo si articola planimetricamente su tre maniche risvoltanti a “C” attorno ad un cortile rettangolare; un secondo corpo di fabbrica, che deriva dalla sostituzione del fabbricato originario delle scuderie, avvenuta nel 1867, prospetta a sua volta su di un cortiletto interno. Gli interventi di risanamento conservativo sono stati finalizzati al recupero funzionale dell’edificio senza alterare le caratteristiche storicamente consolidate, nel rispetto del disegno dei prospetti, delle strutture dell’edificio e delle decorazioni originarie recuperate (volte in muratura, solai in legno dipinti a cassettoni, decorazioni ad affresco). Il progetto ha previsto tra gli interventi più significativi: il ripristino del disegno unitario del prospetto su strada, eseguito dall’Arch. B. Panizza nel 1867; la sostituzione della scala principale, risalente al 1867, con una scala di nuova fattura ma di foggia analoga; la messa in luce delle colonne del portico esterno, precedentemente ammorsate nelle murature di facciata, ripristinando il disegno originario dell’edificio. Al piano delle coperture sono stati mantenuti sia gli abbaini originari in muratura, posti sulla parete di facciata, sia quelli realizzati successivamente in legno, arretrati rispetto al filo difacciata.

Casa Garagno di Roccabigliera